Uniti contro il razzismo

Il progetto Uniti contro il razzismo ha affrontato, grazie ai linguaggi del teatro e del documentario, il tema della multiculturalità. Inserito dall’UNAR tra le iniziative di rilievo nell’ambito delle attività di prevenzione e contrasto delle discriminazioni razziali, il progetto è stato presentato in anteprima il 4 dicembre 2009 in apertura del convegno “Toscana più sicura” organizzato dalla Regione Toscana, per poi debuttare nel 2010 sul palco del Teatro della Pergola di Firenze e concludersi nel 2011.

A cura della Regione Toscana e di Teatri d’Imbarco, in collaborazione con Mediateca Regionale Toscana – Film Commission, COSPE Cooperazione per lo Sviluppo dei Paesi Emergenti e Caritas, con il patrocinio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Uniti contro il razzismo ha coinvolto venti città della regione, contribuendo a sottolineare l’importanza della prevenzione dei fenomeni discriminatori.

 

Il progetto si è articolato:

– nell’allestimento dello spettacolo Indagine d’amore, una produzione Teatri d’Imbarco diretta da Nicola Zavagli;

– nella proiezione del documentario Il bacio dello straniero, di Federico Bondi, reportage sull’affettività e la sessualità degli immigrati presenti sul territorio regionale;

– nella distribuzione gratuita del libro Al tempo delle migrazioni, una raccolta di interviste a operatori del settore dell’inclusione sociale;

– negli incontri tematici dal titolo “Vivere insieme. Dei diritti e delle regole”, con la partecipazione di esperti del settore e rappresentanti dell’associazionismo.

 

La crossmedialità e l’interdisciplinarietà del progetto hanno saputo così sensibilizzare le famiglie sul tema della convivenza interculturale e promuovere una cultura dell’accoglienza, basata su comportamenti personali e familiari votati al rispetto e alla conoscenza nei confronti degli immigrati.