A seguito del nuovo decreto ministeriale sull’emergenza COVID-19

il calendario di Teatri d’Imbarco è momentaneamente in ridefinizione

dal 20 al 22 dicembre 2019
EVENTO DI ANTEPRIMA 
PORTRAITS ON STAGE. Arte per resistere

evento in collaborazione con la Città Metropolitana di Firenze e il Consiglio Regionale per la Festa della Toscana

Alla sua quarta edizione, il festival dedicato alle connessioni tra teatro e arte visiva pone al centro dell’attenzione i modi, sorprendenti e imprevedibili, grazie ai quali l’arte diviene strumento di resistenza all’orrore della guerra. A dicembre, il Teatro delle Spiagge diviene una volta ancora atelier e museo, laboratorio e spazio performativo, in un’inesausta indagine dei cortocircuiti tra vita e rappresentazione. Tra gli spettacoli presentati: Revolution_I’m not Bansky a cura di Isabella Quaia, Quadri di Godot a cura di Marco Natalucci, Incontri. 14 passi nelle scritture a cura di Stalker Teatro.


giovedì 30 gennaio ore 21
spettacolo in abbonamento PASSTEATRI

ATTORI E TECNICI 
LA LUNA DI PATMOS
Piazza Fontana, 12 dicembre 1969 
di Gianni Clementi 
regia e con Stefano Messina

Nel cinquantesimo anniversario della strage di Piazza Fontana, un racconto per parole e musica su una delle vicende più inquietanti dell’Italia del dopoguerra, che diede l’avvio a un attacco eversivo contro la Repubblica.


Attenzione! Date e orari spettacolo modificati come segue:

sabato 15 ore 21 e domenica 16 febbraio ore 17.30

spettacolo in abbonamento PASSTEATRI

TEATRI D’IMBARCO
LA MITE
di Fëdor Dostoevskij
adattamento e regia Nicola Zavagli
con Beatrice Visibelli 

Un monologo scritto dal più profondo indagatore dell’animo umano:.Un originale ribaltamento dei ruoli, reso possibile dalla straordinaria sensibilità di Beatrice Visibelli. Il tentativo di immergersi nei labirinti di un uomo e di un carnefice.


domenica 23 febbraio ore 16,30
Speciale domenica di Carnevale
spettacolo per  FAMIGLIE

Teatro popolare d’arte
FIABE JAZZ
di e con Roberto Caccavo, Francesco Giorgi, Marco Natalucci
consulenza artistica Gianfranco Pedullà

Partendo da una celebre fiaba scelta insieme ai piccoli spettatori,  un viaggio tra teatro e musica basato sull’imprevisto e  come nel jazz la variazione sul tema sarà la cifra portante di questo racconto


sabato 29 febbraio ore 21

PREGHIERA PER CERNOBYL
dall’opera di Svetlana Aleksievic
regia e ideazione scenica Massimo Luconi
con Mascia Musy e Francesco Argirò

Il dramma, lo smarrimento e il senso di morte di un popolo, e nello stesso tempo la grande forza dell’amore fra due persone. In questo testo il premio Nobel 2015 Aleksievic affronta affronta la tragedia di Cernobyl e la disfatta del mondo comunista, e con essi l’ignoto di un dramma che non ha eguali nella storia contemporanea.


domenica 15 marzo ore 16,30
spettacolo per FAMIGLIE

Teatri d’Imbarco
LA CLASSE DEI BANCHI VUOTI
La mafia spiegata ai bambini
di e con Giovanni Esposito

La mafia spiegata ai bambini. Ispirato all’omonimo libro di Luigi Ciotti e Sonia Maria Luce Possentini lo spettacolo nasce  in collaborazione con Libera Associazione Nomi e Numeri contro le mafie.


sabato 21 marzo ore 21
evento speciale in occasione del Dantedì 2020

TEATRI D’IMBARCO
INCANTI DANTESCHI
progetto di Beatrice Visibelli e Livia Cannella

Un primo studio per un libero viaggio tra i canti dell’Inferno, in vista delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante. Un corpo a corpo sentimentale e biografico tra due artiste e il Poeta per eccellenza, un percorso. non filologico né accademico, tra voce e immagini, memorie individuali e collettive.


sabato 28 marzo ore 21
spettacolo in abbonamento PASSTEATRI

SCENA NUDA | LA CONTRADA – TEATRO STABILE DI TRIESTE
NOI NON SIAMO BARBARI
di Philipp Löhle
regia Andrea Collavino
con Filippo Gessi, Saverio Tavano, Teresa Timpano, Stefania Ugomari Di Blas

Una coppia di tedeschi benestanti, Mario e Barbara, immersi nei loro problemi europei, nella loro vita privata. Una notte piovosa e fredda in compagnia dei nuovi vicini Linda e Paul. E qualcuno che bussa alla porta in cerca di aiuto. Millenni di storia, welfare, democrazia, giustizia: chi garantirà la sopravvivenza di tutto questo di fronte allo sconosciuto?


16 17 18 aprile ore 21 – domenica 19 aprile ore 16,30
evento speciale nell’ambito del progetto europeo Two Moons

TEATRI D’IMBARCO
LE NOSTRE VOCI
drammaturgia e regia Nicola Zavagli
con Beatrice Visibelli e un cast in via di definizione

Un documentario teatrale per raccontare la condizione degli anziani nella nostra Europa. Sei storie raccolte tra Dublino, Helsinki, Bucarest, Modena, Prato e Firenze, per illuminare fragilità, impotenze, rabbie e ancora sogni, allegrie e desideri di un gruppo di uomini e donne giunti al limite più vulnerabile della vita.


maggio, giugno e luglio

PERIFERICO FESTIVAL
evento a cura di Teatri d’Imbarco

Contuniando gli appuntamenti estivi fra il Teatro delle Spiagge e le piazze e gli antichi borghi della città – dai giardini Jervis di Castello alle piazze di Peretola, Brozzi e Quaracchi che diveranno palcoscenico per spettacoli e letture, performance e incontri, all’insegna della creazione di una comunità teatrale e civile. Qui  gli appuntamenti di maggio e giugno al Teatro delle Spiagge. In via di definizione gli eventi di luglio.


giovedì 7 maggio

TEATRODILINA
ZIGULÌ
testo e regia Francesco Lagi
con Francesco Colella
una produzione Fondazione Sipario Toscana

La vita di Massimiliano, padre di Moreno, un bambino non vedente e altamente autistico, quasi totalmente isolato dal mondo che lo circonda. La ricerca di sempre nuove possibili vie di comunicazione con un figlio, fonte del più grande amore e della rabbia più intensa.


16 e 17 maggio

GIORNATE CONTRO L’OMOFOBIA

Anche nel 2020 Teatri d’Imbarco dedica impegno e creatività per promuovere una cultura realmente inclusiva. Due giornate nelle quali riflettere grazie a performance, letture, spettacoli e conferenze. Tra gli eventi, l’inaugurazione della prima panchina rainbow, progetto del Comune di FirenzeQ5 volto a commemorare le vittime della violenza omo-bi-transfobica.


giovedì 28 maggio

TEATRI D’IMBARCO 
L’UOMO CHE SALVÒ LA PRIMAVERA
lettura scenica dai Diari di Cesare Fasola
testo e regia Nicola Zavagli
con Beatrice Visibelli
in collaborazione con Istituto Storico della Resistenza

Conservati presso l’Istituto Storico della Resistenza, i Diari di Cesare Fasola ci restituiscono il ritratto di un protagonista ignoto della lotta al nazifascismo, che si impegnò con grande passione nella salvaguardia del patrimonio artistico di Firenze. Fasola vagò tra le stanze di Villa Triste in cerca di informazioni sui dipinti rubati agli ebrei, ostacolò i saccheggi perpetrati dall’Ufficio Affari Ebraici, infine vegliò la Primavera di Botticelli, nascosta in una sala della Villa di Montefugoni per sfuggire alla barbarie.


4 giovedì  giugno

AKUA PROJECT
IO SONO CAPITAN MERAVIGLIA
di Michele Mariniello
con Giorgio Carella, Francesca Esposito, Alessandro Letizia, Michele Mariniello
regia Marta Zito

Un rapimento bislacco, e un supereroe emerso dai ricordi d’infanzia. Io sono Capitan Meraviglia gioca liberamente con gli stilemi del teatro dell’assurdo per raccontare gli spaesamenti e le difficoltà di un’intera generazione: quella dei Millennial, in equilibrio tra una crisi economica grottesca e un’ansia da sovraesposizione social.


giovedì 18 giugno ore 21

MAGIC CANDLE CORPORATION
CHE MERAVIGLIOSA PARTITA, ASCOLTATORI ITALIANI!
Storia sentimentale di Italia-Germania 4-3
drammaturgia Riccardo Ventrella
con Giacomo Aloigi, Thomas Coccolini, Matteo Rocchi, Riccardo Ventrella e altri musicisti in via di definizione

Un racconto tra parole e musica per restituire le emozioni di quella notte tra Messico e nuvole, quando Italia e Germania si affrontarono, allo Stadio Azteca di Città del Messico, in quella che è passata alla storia come “la partita del secolo”. Una riscossa sportiva per il nostro paese, ma anche il simbolo della fine degli anni Sessanta e dell’inizio in un periodo nuovo, decisamente più oscuro.